Giovedì 12 Dicembre 2018
Alle ore 20.45
Presso l’Auditorium della Scuola Primaria di Ponte di Piave
stemma_jpeg Con il Patrocinio del Comune di Ponte di Piave

Due spari nella notte, le finestre che si aprono e subito dopo un grido: “Tutti dentro, lo spettacolo è finito!”. Siamo a Ostia, nel 2013, e tra gli abitanti di quei palazzi c’è anche Federica Angeli, cronista di nera per le pagine romane di la Repubblica, che in quella periferia è nata e cresciuta. Da tempo si occupa dei clan locali e ha subito gravi minacce. Se i vicini rientrano obbedienti al comando del boss, lei decide di denunciare ciò che ha visto. Dal giorno dopo la sua vita è letteralmente stravolta.

A mano disarmata è la cronaca dei millesettecento giorni vissuti nel mirino della malavita. Quasi cinque anni in cui Federica ha dovuto combattere non solo i boss di Ostia, ma anche l’omertà che li ha fatti prosperare, e la miopia di chi, vedendola su un’auto blindata, pensava che si stesse costruendo una carriera.

In un dialogo con don Marco Pozza, la scrittrice ci racconterà tutto ciò che ha dovuto subire in questi anni semplicemente per aver svolto il suo lavoro e come l’unione con le persone sia fondamentale in situazioni di questo tipo.

 

FEDERICA ANGELI


Nata a Roma nel 1975, dal 1998 scrive sulle pagine del quotidiano La Repubblica dove si occupa di cronaca nera e giudiziaria e dove è redattrice dal 2005.Dal 2013 vive sotto scorta dopo le minacce mafiose ricevute mentre svolgeva un’inchiesta sulla criminalità organizzata a Ostia. Tra i premi vinti, il Premio Passetti – Cronista dell’Anno (2012 e 2013), il Premio Donna dell’Anno (2015), il Premio Articolo 21 (2015), il Premio Francese (2015), il Premio Piersanti Mattarella (2016), il Premio Arrigo Benedetti (2017), il Premio Falcone e Borsellino (2016) e il Premio Nazionale Borsellino (2017). Per il suo impegno nella lotta alle mafie il presidente Mattarella nel 2016 l’ha nominata Ufficiale della Repubblica Italiana al merito. Ha pubblicato con Emilio Radice “Cocaparty” (2008) e “Rose al veleno, stalking” (2009), è coautrice di “Io non taccio ” (2015) e autrice di “Il mondo di sotto. Cronache della Roma criminale” (2016).